WhatsApp, 35 milioni di numeri italiani circolano liberi nel darkweb: che cosa può accadere e quali sono i rischi | Corriere.it

Gli account WhatsApp di 35 milioni di italiani, numero di telefono incluso, circolano liberamente nel darkweb. All’inizio c’era un prezzo, ora sembrano essere gratuitamente a disposizione di chiunque voglia farne uso, criminali informatici inclusi.

WhatsApp, 35 milioni di numeri italiani circolano liberi nel darkweb: che cosa può accadere e quali sono i rischi | Corriere.it

Uniacque: «Attenzione ai falsi operatori che cercano di entrare nelle case» – Cronaca, None

L’ALLERTA DELLA SOCIETÀ. A seguito di alcune segnalazioni sul territorio, Uniacque invita i cittadini a prestare attenzione ai falsi operatori che possono richiedere con espedienti di entrare nelle abitazioni e ricorda alcune semplici regole per riconoscere i tecnici veri.
— Leggi su www.ecodibergamo.it/stories/premium/bergamo-citta/uniacque-attenzione-ai-falsi-operatori-che-cercano-di-entrare-nelle-case_1444422_11/

Cos’è il “QRishing”, la nuova truffa che ruba i dati con una scansione – Prima Bergamo

Una nuova tipologia di frode digitale carpisce i dati sensibili e le credenziali bancarie di malcapitati cittadini: è l’allarme lanciato da Adicosum Bergamo. La truffa prende il nome di “QRishing” e si affianca alle ben più note phishing (e-mail fasulle), smishing (sms ingannevoli) e vishing (telefonate da falsi operatori). Il suo funzionamento è piuttosto subdolo: si tratta di falsi QR Code, ossia quelle immagini quadrate con moduli neri su fondo bianco, sostituiti o modificati con lo scopo di sottrarre informazioni personali a chi li scansiona.

Cos’è il “QRishing”, la nuova truffa che ruba i dati con una scansione – Prima Bergamo

Borghetto: “Dobbiamo controllare lavatrice e contatore” Anziano non ci casca e i due scappano .

alert: “Due uomini italiani su auto di colore chiaro hanno appena suonato il campanello (giovedì ore 17,30) in via Aldo Moro chiedendo di entrare in casa con la scusa di verificare lavatrice e luce. Al primo diniego si sono dileguati. “

Occorre stare attenti. Se doveste trovarvi in queste situazioni cercate di prendere targa auto e segnalate ai carabinieri al 112. Quando si presentano, dite di aspettare che controllate con la polizia locale se sono autorizzati…

Brembate Sopra, fanno esplodere il bancomat e scappano con i soldi – Prima Bergamo

Un boato fortissimo: così alcuni residenti di Brembate Sopra sono stati svegliati nel cuore della notte tra martedì 25 e mercoledì 26 ottobre. A causare il rumore assordante, l’esplosione di un bancomat della filiale del Credito Bergamasco Bpm di via Cesare Battisti, messa in atto da quattro ignoti attorno alle 2.

Brembate Sopra, fanno esplodere il bancomat e scappano con i soldi – Prima Bergamo

Finge di ordinare una pizza e chiama la polizia per salvarsi dal compagno violento

«Pronto mi serve una pizza, subito». Sono le 21.25. Il tono della voce è concitato. Al telefono c’è una donna  sudamericana impaurita.  Ha appena chiamato la questura di Torino ma il suo non è un errore. Finge di ordinare una pizza, in realtà sta contattando la polizia per farsi aiutare. Accanto a lei c’è il suo compagno e il figlio di 10 anni. L’uomo li ha appena massacrati di botte perchè il televisore non funziona e doveva fargliela pagare. E’ l’ennesimo pomeriggio di insulti dentro quella casa nel quartiere Barriera di Milano a Torino. Ma è la prima volta che l’uomo, tornato a casa ubriaco, li picchia con tutta quella violenza. E stavolta la donna prende coraggio e con uno stratagemma chiede disperatamente aiuto.

Finge di ordinare una pizza e chiama la polizia per salvarsi dal compagno violento