Caso reale questa notte: “Ladri seriali: nella stessa notte, nello stesso quartiere i vicini sentono i ladri e li fanno scappare. “

   
“Nella stessa notte un tentativo di furto e un furto: nel primo caso i vicini hanno sentito i rumori e hanno fatto scappare i ladri  mentre si arrampicavano lungo le tubazioni nel secondo caso purtroppo nessuno ha potuto sentire. L’importanza di allertare i vicini: forse se l’Alert del primo caso fosse arrivato a tutti i vicini (ovviamente dopo aver avvisato i Carabinieri) il secondo caso forse non sarebbe successo (sempre che fosse lo stesso gruppo di ladri). Una esperienza che può aiutare a far crescere il gruppo allargando la rete”

vedi anche Ladri Seriali

“I ladri sono seriali, avvisa le forze dell’ordine ma anche i vicini. La prossima volta potrebbe toccare a te.” #GruppiVicinato

  
Terminato un furto o fatti fuggire,  i ladri si spostano normalmente nello stesso quartiere secondo indicazioni precise e non a caso (magari al mattino qualcuno ha girato per le vie per prendere nota dei numeri civici sensibili e deboli). C’è chi sostiene che se subisce un furto o nota qualcosa di strano e’ sufficiente avvisare le forze dell’ordine (“poi ci pensano loro…”). Corretta come azione ma se non avvisano con tempestività anche i vicini, i ladri senza scrupoli potrebbero colpire nello stesso quartiere incuranti della presenza delle forze dell’ordine allertate in altra zona. I vicini allertati potranno alzare l’ attenzione ed evitare altri furti nella stessa giornata. Se così non fosse potrebbe “capitare a te”,  non allertato da vicini non sensibili (all’utilita’ del rapporto solidale con i vicini), subire un furto: “se i vicini mi avessero avvisato!”

vedi anche : Alert: Nuove tecniche di furto “Creare scompiglio a oriente e attaccare a occidente” | GRUPPI DI VICINATO

#GruppiVicinato: “la vicina vede forzare l’ingresso del condominio e i ladri scappano…” La scusa dei vestiti usati.

  
La scusa dei vestiti usati viene usata per rubare:”Oggi intorno alle 17.30 hanno scassinato il portone di palazzina in laterale Via Piatti. Il giovane ragazzo vestito con la tuta da lavoro quando è stato visto da una vicina, insospettita dai rumori, interpellato dalla stessa le rispondeva che stava aspettando una signora del condominio che doveva dargli dei vestiti usati. Nel frattempo il ragazzo va via e esce in strada e fa un cenno con la mano ad un complice e si sono allontanati correndo…” Allertato il Gruppo di Vicinato di zona subito nella via e avvisati i Carabinieri. Elicottero in perlustrazione”

Attenzione alla busta verde, è la truffa della “raccomandata croata” TODAY.it

Alcuni cittadini si sono visti recapitare una raccomandata in busta verde, molto simile a quella usata per la notifica di atti giudiziari, proveniente dalla Croazia e, più precisamente, dalla città di Pola. La busta contiene un documento in lingua croata, con traduzione italiana sul quale sono apposti timbri che farebbero pensare la provenienza da qualche autorità, ma per i quali non vi è alcun riscontro oggettivo di autenticità

Sorgente: Attenzione alla busta verde, è la truffa della “raccomandata croata”

Allarme utile: Ultimo dell’anno con furto in casa Arrestata dalla polizia: 13 nomi falsi

Tutto è iniziato verso le 18 della vigilia di Capodanno, quando i proprietari di una casa di via Correggio a Treviglio hanno chiamato il Numero unico di emergenza 112 raccontando che, mentre stavano uscendo dalla chiesa per le cerimonie di fine anno, sul loro cellulare era giunto l’allarme antintrusione della loro casa. La sala operativa del Commissariato di Treviglio diretto da Angelo Lino Murtas ha inviato immediatamente una Volante nella casa e pochi istanti dopo è stata bloccata, insieme ai proprietari che nel frattempo erano rientrati, una donna intenta a rovistare alla ricerca dei gioielli e del denaro. La porta d’ingresso era stata scardinata con dei cacciaviti.

Sorgente: Ultimo dell’anno con furto in casa Arrestata dalla polizia: 13 nomi falsi – Bassa Bergamasca Treviglio

Quando suona un allarme….